Home > Notizie ed eventi > Strage di motociclisti: le raccomandazioni dell’Automobile (...)

Strage di motociclisti: le raccomandazioni dell’Automobile Club

31.07.2019

La cronaca di queste settimane non lascia scampo: sono quattro i motociclisti morti sulle strade padovane negli ultimi 9 giorni. Il dato addolora e preoccupa il presidente dell’Automobile Club Padova, Luigino Baldan: il 2017 è stato un anno nero. Se è sceso il numero dei morti in sella ai ciclomotori (-20,7%), è salito quello dei motociclisti deceduti (735, +11,9%)."

"I dati sul 2018 sono in parte in elaborazione, ma quanto accade in questi giorni, sulle strade della nostra provincia, sembra voler confermare il trend anche per il 2019: guidare una moto in Italia è un rischio - spiega Baldan - Le cause sono molteplici: scarsa manutenzione delle infrastrutture, poco rispetto da parte di alcuni automobilisti e, purtroppo, anche molta distrazione alla guida. Le strade sono di tutti e tutti devono portele percorrere in sicurezza".

"Oltre ad indossare il casco e tenere gli occhi ben aperti, i motociclisti possono fare di più - insiste Baldan - utilizzare dotazioni di sicurezza e indossare capi adeguati, che in tanti paesi europei sono già obbligatori. Il governo ha annunciato investimenti per eliminare progressivamente i guardrail e sostituirli con barriere salva motociclisti. Confidiamo che alle parole seguano presto i fatti".

"Purtroppo le moto, per loro natura, non possono essere dotate dei nuovi sistemi di assistenza alla guida a parte l’ABS - conclude Baldan - Le aziende fornitrici di abbigliamento per moto stanno mettendo a punto tute dotate di air bag ed altri sistemi di protezione, utilissimi, ma è chiaro che la velocità è un fattore critico; uno scontro contro un ostacolo fermo a 50 km/h è come cadere dal 3 piano".