Vai direttamente ai contenuti

Home > Notizie ed eventi > Fase2: No a stop auto, rivedere prezzi parcheggi

Fase2: No a stop auto, rivedere prezzi parcheggi

28.04.2020

L’avvio della "Fase2" prevede una riduzione inevitabile del servizio di trasporto pubblico locale rispetto ai momenti pre crisi, con una capacità di trasporto delle persone che oscillerà, a seconda delle stime, fra il 30 e il 50% in meno.

Come cittadini apprezziamo gli sforzi di tutte le Istituzioni e delle aziende di trasporto pubblico nella difficile lotta contro la diffusione del virus e per la sicurezza delle persone. Anche le proposte di alcune associazioni che richiedono di potenziare i servizi di Bike sharing e, in generale, di favorire la mobilità ciclabile all’interno dei comuni a maggiore densità abitativa vanno nelle direzione giusta.

Tutto questo, però, non può passare attraverso una ulteriore penalizzazione della mobilità veicolare. Per il trasporto di merci e di persone l’automobile resterà uno strumento privilegiato. Ridurre ancora di più gli spazi di accesso o addirittura la larghezza delle carreggiate significa colpire arbitrariamente ampie fasce di lavoratori e famiglie, già messi in difficoltà dalle inevitabili conseguenze del lockdown.

Chiediamo rispetto e garanzie per gli automobilisti, sia per quanto riguarda l’accesso alle città e al capoluogo della nostra provincia, sia per quanto riguarda la disponibilità e i prezzi dei parcheggi, che potrebbero eventualmente anche essere rivisti in questa fase di ripartenza. La responsabilità e il senso civico siano il faro che illumina le scelte della politica. L’Automobile Club Padova è a disposizione, anche attraverso il suo Centro studi, per collaborare ad un efficace, rapido e sicuro ritorno alla normalità.

La sede centrale di AC Padova, in via degli Scrovegni, 21, è aperta al pubblico, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 13.00, il martedì dalle 9.00 alle 15.00".

Lo dichiara Luigino Baldan, presidente dell’Automobile Club Padova.